caciocavallo è un formaggio a pasta filata dalla tipica forma a sacchetto, prodotto con latte di vacche podoliche, caglio, fermenti lattici e sale e sottoposto a stagionatura per un periodo di almeno tre mesi. 

Caciocavallo: forma, sapore

Il caciocavallo, nelle sue diverse varietà, è un formaggio di consistenza omogenea, dalla pasta color giallo paglierino e dalla crosta liscia e sottile. Più è stagionato, più il suo sapore diventa piccante. Quando è più fresco, infatti, il caciocavallo ha un gusto dolce e intenso. 

Caciocavallo, lavorazione

La lavorazione del caciocavallo è regolata da appositi disciplinari. Metà del latte è riscaldata a una temperatura di 50 o 60 gradi per essere aggiunta all’altra metà, nel frattempo filtrata. Al latte viene poi aggiunto caglio di vitello oppure di capretto o agnello: in questo caso si ottengono varietà più piccanti. La cagliata è ottenuta in una trentina di minuti, va tagliata, fatta riposare, dopodiché si estrae il siero che va riscaldato a 60 gradi e aggiunto alla pasta. Una volta matura, la cagliata viene estratta e fatta asciugare per un’ora, tagliata a fette sempre più sottili e lavorata in acqua calda a 85 gradi. È in questa fase che il formaggio assume la tipica forma a uovo, con appendice strozzata. Le forme di caciocavallo, legate in coppia, sono poi poste ad asciugare per 15 giorni, prima della fase di stagionatura che dura da tre mesi a un anno, anche se in alcuni casi può prolungarsi fino a due anni.

CACIOCAVALLO PICCANTINO

€ 4,00Prezzo
IVA inclusa
  • Latte, sale, caglio, fermenti lattici